We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. We also share information about your use of our site with our social media, advertising and analytics partners who may combine it with other information that you’ve provided to them or that they’ve collected from your use of their services. Please check our Privacy Policy. You consent to our cookies if you continue to use our website.

Puglia Pooches | EUTANASIA

EUTANASIA

Post 155 of 289
Lady

Lady

Eutanasia. Che brutta parola, specalmente se si riferisce a qualcuno a noi caro. Questo qualcuno, per me e mia moglie, non è un essere umano, ma un cane…anzi una cagna, la nostra cara Lady. Alcuni di voi mi crederanno stupido o almeno strano, altri si idigneranno per aver messo un animale allo stesso livello di noi umani, ma io non chiedo a nessuno di capire il dolore che si prova a dover abbattere la compagna leale che per undici anni ci ha dato tanta gioia e fedeltà.

Lady fu salvata in Portogallo da alcuni avventori di un bar che sentendo dei guaiti provenienti da un vicino cassonetto videro, aprendo il coperchio, due cani, un Pincher nero e Lady. Li tirarono fuori ed il padrone del bar adottò il Pincher mentre Lady scappò e nessuno potè avvicinarla.

Quel giorno, in qel paesino in Portogallo chiamato Vale de Parra, piovigginava e Lady si fermò sul marciapiede opposto alla Churrasqeria ( trattorie tipiche Portoghesi dove si mangia principalmente pollo grigliato ) ed era tutta bagnata. Val gli si avvicinò e lei sirotolò pancia in sù facendosi prendere senza resistena. A questo punto lasciammo il pranzo a metà e la portammo a casa dove dopo un bel bagno decidemmo di chiamarla Lady come quella del cartone animato “Lady e il Vagabondo” per il portamento regale del suo incedere. Allora aveva quattro anni, a detta del Veterinario Portoghese e poi confermato dal nosto in Italia.

Da quel giorno, Lady, fu parte della famiglia e se anche arrivarono altri cani, lei fu sempre speciale, la più amata, anche se di poco, rtspetto agli altri…ma sempre la più amata. Dicevamo sempre, parlando di lei, “Lady è speciale”

All’inizio della scorsa prmavera, notammo in’escrescenza, grossa come un cece, sul suo naso. Non pensammo di portarla dal veterinario perchè, siccome per cacciare sposava i sassi con il naso pensammo fosse una contusione che sarebbe passata con il tempo.

Ma ci accorgemmo ( Val per prima ) che questo cece dopo 3 settmane anzichè decrescere aumentava in grandezza e allora ci recammo dal nostro vet che sospettò un Tumore e ci mandò da uno specialista che gli fece un “Ago Aspirato” che mandòad analizzare e che dette esito positivo!

Da allora la vita di mia moglie si riempi di dolore e non faceva altro che piangere guardando la sua Lady. Che destino crudele, aveva da poco perso il suo piccolo Pooch e ora……Io pregai ogni giorno affinchè gli fosse almeno risparmiato il dolore fisico a lei e che ci fosse risparmiato a noi il dolore di doverla sopprimere. Che si fosse spenta nel sonno.

Lady

Lady

Inanto il Tumore cresceva fino a diventare grosso come un uovo, ed inoltre incominciò a sanguinare tanto che io dovevo somministrarle il “Tranex” per fermare l’emorraggia sempre più copiosa. Il 22 Agosto non ce la facemmo più a fermare la perdità di sangue, cosi chiamammo il nostro vet che venne a casa per praticarle l’Eutanasia.

 

Oggi ci piace credere, per alleviare il nostro dolore, che lei abbia raggiunto il suo amico Pooch sul “Ponte dell’Arcobaleno” e che siano felici insieme agli altri nosri amici a quattro zampe morti prima, cani e gatti.

Lei vivrà sempre nei nostri cuori insieme a Pooch, Patch, Paco, Bear, Scruffy, Dulcie, Titti, e i gatti Hank, Sbirulino e Micia.

 

 

MINO

 

 

This article was written by Mino

MENU